Manuela Farina

Soprano

Giovanissima ha cominciato ad interessarsi all'arte della musica intraprendendo lo studio del pianoforte di cui ha conseguito il compimento inferiore. Dopo la licenza liceale ha brillantemente conseguito, sotto la guida della maestra Giannella Borelli, il diploma di canto presso il Conservatorio "S. Cecilia" di Roma, dove ha collaborato con i corsi di direzione d’orchestra e di composizione. Contemporaneamente ha iniziato ad interessarsi all’informatica, di cui a tutt’oggi si occupa, e si è laureata in Lettere con il massimo dei voti; successivamente ha conseguendo la laurea in D.A.M.S., affiancando alla carriera artistica anche l’attività di critico e didatta,.

         Si è perfezionata nella tecnica vocale con il M° Alfredo Kraus e con il M° Luigi Alva, mentre per l’interpretazione musicale si è perfezionata con il M° Tito Capobianco, il M° Leone Magiera ed il M° Stefano Giannini. Ha partecipato a stages teatrali di arte scenica presso la New York University ed il Collegium Musicum.

Ha svolto e svolge una notevole attività concertistica.

Ha ottenuto il riconoscimento del Premio Lirico Internazionale Giacomo Lauri Volpi quale giovane interprete lirica in particolare nel repertorio verdiano e pucciniano.

         Si è esibita, con grande successo, al Gubbio Festival edizione 1992.

Ha egregiamente interpretato varie volte, in teatri italiani ed esteri, i ruoli di: Violetta Valery (Traviata), Lady Macbeth, Leonora di Vargas (Forza del Destino), Aida, Elisabetta di Valois (Don Carlo), Amelia (Ballo in Maschera), Leonora (Trovatore), Elvira (Ernani), Mimì (Bohéme), Cio-cio-san (Madama Butterfly), Manon Lescaut, Tosca, Turandot, Maddalena di Coigny (Andrea Chenier), ecc.

         Ha debuttato a Roma nel ruolo di Anna Glavari nella Vedova Allegra e a Cartagine (Tunisia) nel ruolo di Santuzza nella Cavalleria Rusticana.

         E' stata la prima interprete - soprano drammatico protagonista - dell’opera Sull’Ara dei Secoli del maestro Emma Giardina Cassella, riscuotendo un enorme successo personale sia a Roma all'Accademia Sebastiano Bach, sia a Benevento al Teatro De Simone.

         Ha preso parte al concerto di gala in omaggio a Bellini per la pace nel mondo svoltosi al Teatro Romano di Cartagine, cantando brani del Pirata e della Norma.

         Ha vinto l'edizione 1995 del Concorso Internazionale di Canto "Luciano Pavarotti" cantando a Philadelphia (U.S.A.) nel ruolo di Abigaille (Nabucco), opera bissata in molteplici occasioni.

Home